Translate

14/04/18

Meraviglie di Palazzo Madama





 A Palazzo Madama, nel cuore di Torino, espone fino alla fine dell’anno alcuni suoi stupendi pezzi di ebanisteria, che già da soli valgono la visita, si tratta di materiale di arredo ideato da Luigi Prinotto e di Pietro Piffetti.

Meravigliosi manufatti realizzati con intarsi in avorio, tartaruga, metalli e legni pregiati distribuiti al piano nobile tra Sala Quattro Stagioni, Camera di Madama Reale, Camera Nuova e Gabinetto Cinese e consente di valorizzare lo stile fantasioso di questi arredi, che comprendono console, mazzarine, cassettoni, crocifissi, tavolini.




Personalmente sono stato affascinato dal meraviglioso Planetario attribuito a Pietro Piffetti, un modello meccanico che riproduce la configurazione del Sistema solare come era conosciuto alla metà del Settecento, e cioè con i pianeti fino a Saturno.

L’iniziativa è stata realizzato con la curatela di Clelia Arnaldi di Balme, conservatore per le Arti del Barocco di Palazzo Madama.





Segnalo anche una selezione di incisioni sul tema dell’ornato e dei modelli degli arredi, esposte ora nel Gabinetto Cinese. Tra essi una ristampa di primo Ottocento della lastra incisa da Francesco Antonio Gilodi su disegno di Pietro Piffetti recentemente acquisita dal museo e raffigurante il Vero ritratto del glorioso martire San Vittorio venerato nella chiesa dello Spirito Santo di Torino (1743), matrici di incisioni e fogli da repertori di modelli incisi e degli esempi di iconografie ricorrenti nelle decorazioni ad intarsio.

Nessun commento: