Translate

18/04/18

Barriera - Mirror Project




Barriera inaugura la nona edizione del MIRROR PROJECT, la cornice pensata dall'Associazione per invitare ogni anno giovani curatori a presentare un progetto da sviluppare nello spazio espositivo situato nell'area omonima. 


Quest'anno l'incarico è stato affidato a Emanuele Riccomi che ha chiesto agli artisti Antonio Della Guardia, Corinna Gosmaro e Domenico Antonio Mancini di riflettere sul quartiere che ospita l'istituzione a partire da alcuni aspetti che lo caratterizzano fin dalla sua fondazione avvenuta a metà dell'Ottocento: il lavoro, la migrazione e la memoria. "Mind the gap" nasce dal confronto diretto degli artisti e del curatore con Barriera di Milano, la sua storia, le sue storie, il suo passato e il suo presente. La mostra si propone di partire dalle specificità del quartiere. 

Il titolo della mostra vuole indicare la metodologia con cui il curatore ha pensato di approcciare il tema scelto. Lavoro, migrazione e memoria, sono questioni che, indagate in relazione a distretti storicamente multiculturali come quello di Barriera di Milano, vengono spesso considerate singolarmente, come se fossero distinte, autonome tra loro. La mostra parte dunque da una riflessione sulle distanze, sugli spazi mentali, su quei gap che diventano barriere in grado di limitare il nostro modo di pensare, portando così all'impossibilità di relazionarsi al contesto tenendo in considerazione tutti gli elementi che concorrono a determinare la sua complessità.


Barriera is happy to announce the inauguration of the ninth edition of MIRROR PROJECT. This initiative has been conceived by the Associazione to support young curators by giving them the opportunity to develop a project to be presented in the exhibition space located in the neighborhood that it takes its name from.

This year Emanuele Riccomi is been in charge of curating the exhibition and has invited Antonio Della Guardia, Corinna Gosmaro and Domenico Antonio Mancini to reflect on the district that hosts the institution, asking them to focus on three specific areas that have been  prominent in its history since its foundation in the mid of 19th century: work, migration and memory. "Mind the gap" comes from the direct experience that the artists and curator developed with Barriera di Milano, its history, its stories, its past and its present.

The exhibition's title refers to the method that the curator has chosen to approach his concept. When related to a historically multicultural district like Barriera di Milano, work, migration and memory are topics generally considered individually, as if they were distinct, independent from each other. The exhibition's process starts from a reflection on distances, on mental interspaces, on those gaps that become barriers able to narrow our way of thinking, bringing us towards the impossibility of relating to this specific context while keeping in mind all these elements that define its heterogeneity.



MIRROR PROJECT #9  - Mind the gap


Antonio Della Guardia⎢Corinna Gosmaro⎢Domenico Antonio Mancini 

a cura di Emanuele Riccomi

19/04 - 21/05 2018

opening: giovedì 19/04 h.19 

Nessun commento: