Translate

15/09/12

Prossimamente Artissima



Nei giorni scorsi a Milano Sarah Cosulich Canarutto , la nuova curatrice della fiera di arte contemporanea Artissima, che si svolge da diciannove anni a Torino, ha presentato i principali dettagli dell’evento. 

La più cool delle fiere d’arte si svolgerà da Giovedì 8 Novembre, con la grande inaugurazione serale, fino a Domenica 11 Novembre. 

Si conferma la stupenda location dell’Oval e si ristabilisce un rapporto con le principali strutture del territorio creando una serie di correlazioni con gli eventi espositivi del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Fondazione Merz e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. La sezione Lido che l’anno scorso ha avuto un buon successo di pubblico sarà riproposta in una nuova veste internazionale. 

La rassegna continua e sviluppa il suo ruolo innovativo di proposte con una presenza straniera molto forte e dai paesi più emergenti; come il Brasile, la Polonia o il Guatemala. Son ben 171 le gallerie che quest’anno sono state accreditate alla partecipazione. Suddivise in Main Section, 96 gallerie, New Entries, 31 gallerie con meno di 5 anni di attività, tra cui verrà assegnato il premio Guido Carbone, Back to the Future, con 17 gallerie che proporranno 19 artisti da riscoprire, 

Punto centrale dell’evento è la capacità di proporsi come focus internazionale delle sperimentazioni più interessanti sia che siano giovanili o borderline, proponendo così artisti che da tanti anni operano ma non hanno mai avuto il giusto rilievo. 

Un equilibrio che pone le gallerie partecipanti in una posizione di grande libertà, aprendole a proposte meno ovvie e più sperimentali. 

Si confermano “Present Future” l’iniziativa che da dodici anni costituisce un’importante piattaforma di lancio per i nuovi talenti dell’ultima generazione artistica. Dedicata a 20 artisti emergenti invitati da un team di giovani curatori internazionali e presentati dalle loro gallerie di riferimento, la sezione è realizzata in collaborazione con illycaffè che mette a disposizione il premio illy Present Future. Una giuria composta da quattro direttori di prestigiose istituzioni internazionali assegnerà all’artista considerato più interessante il premio che quest’anno consisterà nella produzione di una mostra nella prestigiosa sede del Castello di Rivoli in occasione di Artissima 2013. 

La grande novità è Art Editions, che propone un’interessante selezione di 5 spazi riservati alle edizioni d’arte, ospitati in un'area dedicata in fiera: GDM, Paris; ICA, London; OTHER CRITERIA, London; WHITE COLUMNS, New York; WHITECHAPEL, London. 


Ora diamo uno sguardo anche alla struttura dell’evento prendendo atto del cambiamento, nell’edizione 2012, della composizione dei comitati di Artissima: in primo luogo, l’ingresso di un nuovo membro del Comitato di Selezione delle gallerie, Peter Kilchmann di Zurigo. Inoltre, il Comitato curatoriale di Back to the Future, più eterogeneo dal punto di vista generazionale e sul fronte della provenienza geografica, ha contribuito a proporre oltre che a selezionare gli artisti. Vi hanno preso parte, quest’anno, nomi storici dell’arte contemporanea come Jan Hoet, curatori importanti e visionari come Vicente Todolì, figure di rilievo del panorama internazionale come Joanna Mytkowska, Direttore del Warsaw Museum of Modern Art, e Vasif Kortun, Direttore del SALT e Founding Director del Platform Garanti Contemporary Art Center di Istanbul. 

Sulla medesima linea, anche per la sezione Present Future, (la sezione dei giovani, che presenta 20 artisti emergenti) curata da Luigi Fassi che ha operato in sinergia con un gruppo di giovani curatori provenienti da Stati Uniti (Erica Cooke), Svizzera (Fredi Fischli), Colombia (Inti Guerrero) ed Egitto (Sarah Rifky). Novità anche per il Premio illy Present Future, che quest'anno consisterà nella produzione di una personale al Castello di Rivoli di uno degli artisti che sarà scelto all’interno della fiera. 

Nel suo rinnovo è stato anche ripensato l’esperienza dei visitatori, quest’anno Artissima presenterà una nuova piattaforma, un’area interna alla fiera che sostituisce la teoria di stand dedicata al settore editoriale per proporre invece un vero e proprio invito alla sosta, alla consultazione e all’incontro. Lo spazio, che raccoglierà gli editori, le pubblicazioni, le edizioni d’arte, il bookshop e l’area incontri, offrirà al pubblico un modo nuovo di abitare la fiera, di rilassarsi, sfogliare riviste in consultazione, condividere e interagire. Tra le Art Editions, alcune illustri presenze, come White Columns di New York, per la prima volta presente in una fiera italiana. 

Ma sono ancora molte le novità che questa importante fiera internazionale sta strutturando e che annunceremo prossimamente.

Foto: Adolf Luther - Hohlspiegelobjekt

Nessun commento: