Translate

02/09/12

I Pre-raffaelliti - Un antico sguardo rivoluzionario



Dante Gabriel Rossetti The Beloved ('The Bride') 1865-6
In questi giorni estivi sono in grande fermento i lavori per allestire la mostra “Pre-Raphaelites: Victorian Avant-Garde“ che si svolgerà alla Tate Britan dal 12 settembre al 13 gennaio 2013, che si annuncia come uno degli eventi più interessanti della stagione culturale londinese. 

Si tratta di un grande rassegna che vuole riscoprire questo piccolo e affascinante gruppo di giovani artisti inglesi, l’età media era sui 23 anni, appassionati alla pittura del primo Rinascimento nel lontano 1848, che si erano riunisti in uno spirito di passione creativa costituendo una confraternita artistica. 

Per quest’occasione sono state restaurate molte opere e altre sono giunte dalle principali raccolte pubbliche e private da tutto il mondo, la mostra sarà poi proposta anche a Washington presso il National Gallery of Art e poi a Mosca al Museo Pushkin. 

L’evento mette l’accento sulla combinazione di ribellione e di revival che questa comunità, quasi con uno spirito mistico, sviluppò alla metà del 1800. La mostra è realizzata con un forte rigore scientifico che riunisce oltre 180 opere in diverse dimensioni e tecniche, dalla folta presenza di quadri, passando per una selezione di sculture, ma anche fotografie e opere di arti applicate, rivelando come i Preraffaelliti anticipare, nel loro approccio a tutti i generi, diverse correnti moderniste. 

Guidati da Dante Gabriel Rossetti, William Holman Hunt e John Everett Millais, i Preraffaelliti si ribellarono contro l'istituzione artistica della metà del XIX secolo, prendendo ispirazione dalla pittura antica italiana, costituendosi come una confraternita che diede vita ad un approccio estetico innovativo e in contrasto con le correnti dominanti. 

La rassegna propone i Preraffaelliti come uno dei primi esempi di avanguardia artistica, che avanzò un cambiamento sia formale sia culturale nella statica realtà espressiva del loro tempo, rovesciando stili e temi. 
Pre-raphaelliti

Fra le tante opere ci saranno capolavori raramente esposti come la polemica opera di Ford Madox Brown, “La guardaroba” disegnato da Philip Webb del 1858 e il dipinto di Edward Burne-Jones “The Prioress Tale” o il quadro “The Lady of Shalott” di Holman Hunt , così come il primo dipinto di John Everett Millais en plein air “Ferdinando Lured by Ariel” del 1850 e il polemico “un ugonotto, il giorno di San Bartolomeo”. 

William Holman Hunt (1827-1910) The Lady of Shalott

1 commento:

annaritaverzola ha detto...

Non vedo l'ora di andarci! Grazie per le prime notizie che leggo dopo l'annuncio della mostra. Un cordiale saluto, Annarita