Translate

28/04/13

ART NIGHT VENEZIA. L’arte libera la notte. Terza edizione Sabato 22 giugno 2013


Non c’è due senza tre. L’Università Ca’ Foscari presenta la terza edizione di Art Night, la manifestazione ideata e coordinata dall’ateneo in collaborazione con il Comune di Venezia che mira a coinvolgere tutti i soggetti che si occupano di arte e di cultura in città. 


La lista delle istituzioni che prenderanno parte alla terza edizione della notte dell’arte veneziana che si terrà sabato 22 giugno, dalle 18 almeno fino all’una, si conferma per la vastità e la qualità delle partecipazioni e delle offerte.



Ciascuno si attiverà per proporre al pubblico eventi e aperture eccezionali con visite guidate, concerti, letture. Sino all’ultimo il programma sarà in effervescente definizione, e potrà essere consultato sul sito: www.artnightvenezia.it



Quest’anno si è voluto indicare un generale filo conduttore della serata e della lunga notte che seguirà: l’omaggio al talento femminile, in ogni sua espressione. Per questo il calendario sarà arricchito da specifici appuntamenti dedicati: performance, danza e cinema, a partire dalle iniziative programmate da Ca’ Foscari.



L’Ateneo sarà, come sempre, il fulcro di Art Night. Qui la manifestazione prederà formalmente il via per esplodere subito dopo in ogni sestiere veneziano. L’Ateneo ha già diramato il programma delle iniziative messe in moto per Art Night. Il momento ufficiale, presente il Magnifico Rettore Carlo Carraro e le autorità della città, sarà alle 17. Poi, un susseguirsi di azioni. Da un evento Instagram, naturalmente “a sorpresa”, agli omaggi al talento femminile alla performance live, alle 22, nel cortile principale di Ca’ Foscari, dei video-artisti Masbedo accompagnati e musicati eccezionalmente dai Marlene Kuntz. Intanto, dalle 18, saranno aperti gli spazi espositivi di Ca’ Foscari con la mostra “Lost in translation” realizzata con il MMOMA di Mosca mentre nel cortile centrale si potrà visitare l’installazione di Maria Cristina Finucci dedicata al Garbage Patch State e alla drammatica situazione ambientale che si profila per il nostro pianeta.



Presso CFZ (Ca’ Foscari Zattere/Cultural Flow Zone) sarà aperta la collettiva del gruppo di artisti pietroburghesi “MYLO” (“Capital of Nowhere”); a Ca’ Cappello una rassegna di immagini a cura di Riccardo Zipoli. Completerà il programma cafoscarino, a San Sebastiano, una serie di attività della Ca' Foscari Summer School.
Naturalmente Ca’ Foscari non è che uno dei soggetti partecipanti ad Art Night (ancorché il più attivo promotore dell’evento) ma citare le sue manifestazioni dà in qualche modo l’idea di quanto le diversissime anime della città, pubbliche e private, sappiano farsi creative per dare linfa sempre nuova a quella che in soli tre anni è ormai considerata, con la forza dell’entusiasmo che ha dimostrato di saper provocare, una delle “manifestazioni classiche” di Venezia. Per una notte, il 22 giugno, Venezia cambia volto: la città della storia e del passato si mostra anche come un luogo coinvolgente, vitale e stimolante. Il fiume di giovani che Art Night polarizza si espanderà in tutta la città. Campielli e calli che la notte svuota, per Art Night torneranno a popolarsi, a vivere, grazie a una fresca linfa di persone e di idee.

Ideazione e coordinamento a cura di
prof. Silvia Burini
Prorettore alle produzioni culturali e ai rapporti con le istituzioni
scientifiche e culturali
dott. Angela Bianco
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Palazzo Malcanton Marcorà Dorsoduro 3484/d 30123 Venezia
Sito: www.unive.it/artnightvenezia

Nessun commento: