Translate

11/07/12

arte e società



Una rapida protesta contro le azioni inquinanti della BP si è svolta nei giorni scorsi alla Turbine Hall della Tate Moder, luogo sponsorizzato proprio dalla nota compagnia petroliera.

Un’enorme lama delle pale eoliche portata come « dono » e posta dal gruppo FreeTate come segno di polemica, dopo aver già realizzato una raccolta di 8.000 firme per le tematiche ambientali.

L’azione vuole mettere in discussione l’azione promozionale della BP che da una parte vuole darsi un’immagine elegante ed artistica supportando enti come la Tate e dall’altra agisce nel più sfrenato sistema capitalistico. Giusto sbagliato come sempre queste azioni pongono molti aspetti non facili da sviscerare in una modernità sempre più articolata e complessa.


Nessun commento: