Translate

07/10/12

International glamour a Palazzo Madama



Il magnifico Palazzo Madama, una delle più interessanti raccolte di meraviglie di Torino, ospita in questo periodo una affascinante raccolta di ritratti video di alcune dei personaggi più celebri della cultura visiva internazionale. Si tratta di una serie di lavori video ideati da Robert Wilson, personaggio poliedrico che opera dalla coreografia alla regia, con stupende capacità creative. 

L’evento si integra perfettamente nell’elegante collezione di opere che il museo ospita, presentando, dei diversi secoli, rare e preziose manifatture e opere artistiche di inestimabile valore. 

Nelle diverse stanze del secondo piano miscelati con la vasta raccolta di arredi settecenteschi sono presenti i tanti portraits visivi, spesso accompagnati da un pendant storico come nel caso di Zhang Huan proposto in parallelo al ritratto di Leonardo Bistolfi o il diafano “Ritratto di Signora” di Boldini accanto all’eleganza rarefatta di Salma Hayek. Ma sono tanti altri gli incontri emozionali, fra i più suggestivi quello storico interpretato da una enigmatica Jeanne Moreau o quello più ironico di un sensuale Brad Pitt sotto la pioggia. 

Molto ben articolato poi il grande progetto del “bestiario” nella magnifica Sala del Senato, che nelle sue stupende proposte sonoro e visive produce intense sensazioni. 

Il progetto è stato realizzato con diversi artisti, oltre a quelli ritratti, e grandi personaggi della musica per le colonne sonore; figure come Michael Galasso, Peter Cerone o Bernard Hermann. 

L’evento è stato organizzato in occasione del premio internazionale per la produzione video Prix Italia, con la collaborazione della RAI, Change Performing Arts e della GAM, ed è stato curato da Noah Khoshbin. 

Vi segnalo al terzo piano, nel vasto salone delle ceramiche, la piccola mostra di statuine Lenci e non perdetevi il bellissimo orto antico realizzato nel fossato del Palazzo. 

La mostra durerà fino al 6 Gennaio 2013, ulteriori informazioni sono reperibili al sito www.fondazionetorinomusei.it 

Nessun commento: