Translate

23/04/17

Pochi ma buoni, costruire artisti, il potere delle gallerie



E' un vecchia trovata quella dell'artista che fa pochi quadri e che tutti pare vorrebbero, ma funziona ancora. 

Infatti la sconosciuta Njideka Akunyili Crosby, ma promosso da una nota galleria londinese, produce 6/7 quadri all'anno, personalmente li trovi alquanto bruttini, ma il mio giudizio vale ben poco se ci sono dei polli (o collezionisti) che alla recente asta di inizio Marzo da Christie's a Londra hanno sborsato quasi tre milioni di euro per una sua opera.



Il suo curriculum, di solo due anni, è già una scia di successi internazionali, conversazioni alla Tate, mostre ni più importanti musei, selezione nel Future Generation Art Prize 2017 etc..

Personalmente penso che sia una dei tanti casi in cui cosa conta non è l'artista ma la capacità di una galleria di sostenerla e promuoverla con i canali relazionali che si sono tessuti negli anni, per il resto vedremo fra tre anni se è ancora in circolo.... 


Nessun commento: