Translate

05/04/17

ALL NIGHT LONG #3




ALL NIGHT LONG è un format, cinque esperimenti nei quali curatori, critici e artisti passano 24 ore insieme nei 25 metri quadri di via Ascanio Sforza 105.

I test hanno due variabili costanti: trascorrere un giorno a CasaCicca e lasciare un dono alla collezione.

Dopo i primi esperimenti, PUNTO ha invitato per il quarto appuntamento  due artisti di diversa generazione e formazione: ESPI e Antonio Cavadini.

Antonio Cavadini (aka Tonylight) (Brescia, 1973) vive e lavora a Milano. Ha una formazione da designer e realizza progetti su misura per spazi pubblici e privati. Dagli anni 90 sperimenta con la luce e il suono generato da dispositivi auto costruiti. Le sue opere, lampade, oggetti sonori e installazioni, sono accumunate da una relazione sinestetica tra luce e suono. Dal 2004 collabora con il collettivo Otolab come musicista e costruttore di dispositivi hardware audio e video. Ha esposto in diverse fiere, gallerie e rassegne anche internazionali


ESPI (Santiago del Cile, 1986) vive e lavora Milano. Di formazione prevalentemente teorica, realizza i suoi primi interventi artistici con il collettivo di street artist cileno 0056. Agli esordi si è concentrato sulle teorie dell'educazione democratica di Paulo Freire, ritenendo che la consapevolezza come individuo dipenda da quella del mondo. Tramite le sue opere cerca di divulgare tradizioni e tratti culturali meno conosciuti; attualmente sperimenta geometrie e colori, reinterpretando il paesaggio urbano e rurale italiano e cileno.

Nessun commento: