Translate

07/10/15

Autunno torinese, un giro per la gallerie sabaude


Ironia del destino, l’autunno delle proposte galleristiche torinesi, inizia con un omaggio a Carol Rama proprio nella serata  che vede il concludersi del suo ribelle percorso di vita e d’artista.
Infatti col titolo PanoRama un gruppo di giovani gallerie ha ideato, nel quartiere Vanchigliaun delicato omaggio all’artista torinese.
Prendendo come riferimento una serie di suo opere è stato realizzato un’occasione di dialogo con giovani artisti.





Iniziamo dalla galleria Opere Scelte un gruppo opere che trattano il tema della fisicità e della femminilità con le opere di Lin De Mol, Ann-Marie James, Andrea Guerzoni, Mela Yerka.





Presso Van Der un’altra collettiva con le opere di Michela Depetris, Vittorio Mortarotti e  Mario Petriccione. Il progetto prosegue da Moitre, Nopix e Burn Gallery.




Nella stessa giornata un altro gruppo di gallerie ha dato avvio alla stagione con l’iniziativa TAG.



Iniziamo dalla eccezionale proposta di Guido Costa con i ritrovati scatti di Nan Goldin, ritrovati recentemente ed esposti in anteprima mondiale, parallelamente ad una recentissima serie di disegni che la nota fotografa realizza nelle ore notturne.








Da Alberto Peola torna la proposta di Fatma Butka che ci immerge nella complessa realtà dei confine e delle identità.






La Galleria InArco ci propone  un bel confronto  pop con alcuni lavori di Andy Wharol, Roy Lichtenstein e Robert Raushemberg.






Collettiva anche dalla Galleria Norma Mangione ideata da Gianluigi Ricuperati su un testo di T.Sturgeon.




Pura stupenda bellezza estetica da Photo&Co con gli scatti in bianco e nero di Francesco Bosso.





Concludo il giro dallo Spazio Don Chisciotte dove è proposta una serie di opere di Mario Chessa realizzate dopo il suo recente viaggio a New York.

Nessun commento: