Translate

03/11/14

And now Torino!


L’international art system a Torino per Artissima, ma non solo.

Passate le dinamiche giornate londinesi di Frieze e le versatili proposte di la Fiac a Parigi, ora è la volta della giovanile Artissima di Torino che trasforma l’elegante capoluogo sabaudo in una frizzante e gioiosa capitale dell’arte contemporanea internazionale.

Sarà sempre la sede dell’Oval ad ospitare l’evento, una location meravigliosamente luminosa, tanto più in queste belle giornate di metà autunno.

Incrementato il numero delle gallerie e delle sezioni, questa nuova edizione si presenta con tutte le carte in regola per confermare l’ottimo lavoro dello staff di Sarah Cosulich Canarutto.



La rassegna si presenta con tante interessanti proposte, da Present Future a Back to the Future, che stimoleranno sicuramente la curiosità, e si spera gli acquisti, del vasto pubblico.

Parallelamente ci sono molti altri eventi dedicati all’arte, come Photissima negli antichi spazi dell’ex-Manifatture Tabacchi in Corso Regio Parco 142.


Flash Back, che dopo la positiva esperienza alla Promotrice si sposta nei modernissimi spazi del Pala Alpitour/Isozaki.

Paratissima che quest’anno sarà sotto la vasta arcata di Torino Esposizione e la frizzante The Others, alla sua quarta edizione, che nelle storiche ex-Carceri darà spazio ad un vasto programma di eventi e mostre.


Come si vede tante proposte tra cui, da non perdere, l’evento organizzato da Artissima, per l’iniziativa One Torino presso il centrale Palazzo Cavour, l’inquietante mostra “Shit and Die” ideata da Maurizio Cattelan, Myriam Ben Salah e Marta Papini, di cui già tutti parlano da diverse settimane.

Nessun commento: