Translate

06/11/14

Di tutto di più - La ricca offerta pubblica delle istituzioni torinesi

Palazzo Chiablese

L'autunno è arrivato con le sue atmosfere colorate, colori che la città di Torino propone nelle sfumature dell'arte contemporanea diffusa nei musei e nelle fondazioni di Torino, ma non solo, legati tutti dal tema della bellezza e della varietà.
Se le Luci di Città sono un’occasione diffusa di arte e ricorrenza stagionale, le diverse strutture pubbliche e la ricca rete di fondazioni private, costellano una variegata proposta artistica stimolante e di grande respiro storico.
Segnaliamo alcuni di questi iniziando dalla storico bella mostra sulle Avanguardie Russe a Palazzo Chiablese, una selezione dei capolavori dalla collezione Costakis.
A pochi passi c’è poi la grande mostra alla Biblioteca Reale con opere di Leonardo da Vinci e alcuni dei più noti artisti rinascimentali.
Proseguendo alla Gam troviamo la mostra dei disegni di Roy Linchisten e le opere diCecily Brown.
Guardiamo ora alle tante fondazioni, alcune sorte anche recentemente, un ricco patrimonio culturale particolarmente dinamico.
Iniziamo dalla neonata Fondazione Ettore Fico presenta le ultime creazioni di Alis/Filliol e l’intervento urbano di Alessandro Bulgini.
Presso la storica Sandretto Re Rebaudengo c’è una doppia proposta, l’evento “Beware Wet Paint”, realizzato in collaborazione con l’Ica di Londra e l’esposizione dei lavori Isa Genzken.
Vicino la Fondazione Merz propone i recenti video dei Masbedo, mentre con "De Generation of painting" alla Fondazione 107 si volge uno sguardo ai giovani artisti eclettici nell'utilizzo dei media, fra video, scultura, pittura e web.

Fondazione Accorsi

Sul fronte storico la Fondazione Accorsi presenta un’esposizione di Giovanni Battista Quadrone mentre la Sale Espositive della Fondazione Giorgio Amendola e dell’Associazione lucana Carlo Levi guarda alla pittura torinese della fine degli anni cinquanta con le opere di Scroppo, Galvano, Crippa, Saroni, Ramella, Gribaudo, Ruggieri, Soffiantino, Gorza, Surbone e Griffa.
Lievemente decentrato il maestoso Castello di Rivoli offre una bella mostra su Sophie Calle e un’attenzione al disegno con una vasta collettiva raccolta sotto il titolo di “Intenzione manifesta. Il disegno in tutte le sue forme”.
Ricordo anche che Sabato 8 Novembre ci sarà la serata dell’arte, mentre il mattino dopo alle ore 10 si svolgerà la tradizionale “Colazione a Barriera” con le opere di Pesce Keteproposte dal gruppo Diogene.
 PAV

Fra le mostre che vi consiglio sicuramente quella al PAV “Vegetation as a political agent” da Marco Scotini.
A tutte  queste ricche proposte si aggiunge il gemellaggio Torino incontra Berlino per il 25esimo anniversario della caduta del muro, il 9 novembre, con la mostra Gotterdammerung – Il Crepuscolo degli Dei  condivisa in due sedi all’Ex Cimitero di S. Pietro in Vincoli  e a Palazzo Saluzzo Paesana, la mostra, con una selezione di lavori fotografici dell’artista berlinese Sven Marquardt.
Via non resta che scegliere ma saranno ancora tanti gli eventi che prossimamente  segnaleremo nel nostro sito.

Nessun commento: