Translate

23/02/18

Gilberto Zorio



Nella stagione invernale il Castello di Rivoli ha proposto un antro energetico all’ultimo piano dell’antico palazzo.

Una fucina di potenziali risorse che miscela materiali antichi e interazioni contemporanee.

Forme libere, indipendenti ma relazionali, che accolgono l’altro trasformandosi.

Una eccitante officina labirintica che accoglie complessi manufatti, pietre, acqua, mutamenti, suoni, luci, che si alterano randomaticamente nel tempo e nel percorso alchemico .

Tutti questi processi attivano su di noi percezioni di instabilità che trovano in alcuni attimi potenti sostegni, tracce mimetiche.

I sensi vengono messi in dinamismo, gli organi respirano, percepiscono, stanno in ascolto.


La mostra su Gilberto Zorio (Andorno Micca, 1944), curata da Marcella Beccaria, si concluderà il prossimo 6 Marzo.























Nessun commento: