Translate

21/02/18

Giornata di studi su Gilberto Zorio al Castello di Rivoli



In occasione della grande mostra Gilberto Zorio, in corso sino al 6 marzo prossimo, il Castello di Rivoli invita il pubblico ad una giornata di approfondimento dedicata all’artista, riconosciuto pioniere della storia dell’arte contemporanea e tra i protagonisti dell’Arte povera.
Ogni intervento sarà rivolto all’analisi di un singolo lavoro o di un particolare aspetto della pratica artistica di Gilberto Zorio con letture interdisciplinari, che spazieranno dalla fisica, alla storia dell’arte e della cultura, alla filosofia e alla dimensione sonora.
Oltre a Gilberto Zorio e a Marcella Beccaria, capo curatore, interverranno: Maria Teresa Roberto, storica dell’arte e docente, Accademia Albertina di Belle Arti di Torino; Tommaso Trini, critico d’arte; Mario Rasetti, matematico e fisico teorico; Ruben Levi, fisico e collezionista; Giorgio Verzotti, critico d’arte e curatore indipendente; Luciana Rogozinski, critica d’arte e scrittrice; Franca Varallo, professoressa di Museologia e Critica artistica del restauro, Università degli Studi di Torino; Luk Lambrecht, direttore artistico del Museumcultuur Strombeek, Gent; Sara Abram, responsabile sviluppo progetti - Settore arte contemporanea del Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”; Lara Conte, storico dell’arte Università dell’Insubria, Como; Chiara Bertola, responsabile organizzazione mostre e collezioni, Castello di Rivoli; Federico Vercellone, professore di Estetica, Università degli Studi di Torino. Interverrà inoltre Renata Novarese, presidente degli Amici del Castello di Rivoli.
Grazie ai contributi e alle testimonianze di storici dell’arte, curatori, critici di fama internazionale, collezionisti e studiosi, la giornata di studio del 23 febbraio intende analizzare da più prospettive i tanti modi in cui l’arte di Zorio ha cambiato il linguaggio dell’arte contemporanea, aprendo pionieristicamente nuove strade e agendo come fonte di ispirazione per molti artisti delle generazioni successive.

Nell’occasione sarà inoltre presentato il nuovo catalogo dedicato all’opera di Zorio, corredato da inedite fotografie che documentano l’immaginifica relazione dell’artista con gli spazi del museo. Pubblicato dal Castello di Rivoli in collaborazione con Skira, Milano il volume Gilberto Zorio raccoglie la più ampia selezione di scritti di Zorio mai pubblicata, insieme a nuovi testi del curatore Marcella Beccaria, un testo di Germano Celant e una conversazione di Carolyn Christov-Bakargiev con l’artista. Per la prima volta, il catalogo presenta inoltre una cronologia scientifica delle mostre personali e collettive dell’artista, raccogliendo anche una ricca antologia relativa all’intero percorso di Zorio dal 1963 al presente, con una selezione di testi di Jean-Christophe Ammann, Mirella Bandini, Alberto Boatto, Ester Coen, Catherine David, Piero Gilardi, Gianfranco Maraniello, Luciana Rogozinski, Tommaso Trini, Giorgio Verzotti e Denys Zacharopoulos.

Definita da Flash Art “una delle più toccanti mostre italiane dell’ultimo anno”la retrospettiva al Castello di Rivoli è la prima dedicata a Gilberto Zorio in un museo pubblico a Torino documentando, in un innovativo percorso organico, cinquant’anni di ricerca dell’artista. Dagli anni sessanta al presente, Zorio ha operato in direzione di una processualità che rende continuamente mutevole ciascuna opera per sottolineare la vitalità del mondo. Ad oggi, la mostra al Castello di Rivoli è stata visitata da un ampio pubblico ed ha incontrato grande favore da parte della critica, da cui la scelta di prorogarne l’apertura sino al 6 marzo 2018.

L’ingresso al convegno è libero, fino a esaurimento posti.

Venerdì 23 febbraio il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea è aperto dalle 10 alle 19.

In occasione della giornata di studio è a disposizione del pubblico una speciale navetta gratuita che collega il centro di Torino al Museo:
ore 13.15 - Partenza da Torino Piazza Carlina angolo Via Maria Vittoria
ore 13.25 - Piazza XVIII Dicembre
ore 14.15 - Castello di Rivoli
ore 18.30 - Partenza dal Castello di Rivoli per Torino


La mostra è realizzata con il sostegno di      

Nessun commento: