Translate

03/04/15

20 anni stellari - Festeggiamenti per il compleanno della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo


Il prossimo 6 Aprile la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo festeggia i suoi vent’anni di attività. Era il lontano 1995 quando Patrizia Sandretto Re Rebaudengo decise di dar forma alla sua grande passione per l’arte in un progetto condivisibile e ampio. L’iniziativa è cresciuta, dai primi anni, animando il territorio piemontese, crescendo, nel superarli in azioni che hanno coinvolto il globo intero con collaborazione a grande raggio internazionale.
Ora presso la Fondazione sono in corso tre mostre; "United Artists of Italy", una stupenda raccolta fotografica sulla ritrattistica dei personaggi dell’arte del gallerista Massimo Minini, realizzata in diversi anni. “Picture Punish Words” curata del direttore dello Stedelijk Museum di Amsterdam Beatrix Ruf, con la personale di Avery Singer, intersezione fra pittura e digital art. Conclude la stimolante offerta la mostra “Fobofilia” che raccoglie alcune opere della Collezione Sandretto Re Rebaudengo col filo comune della paura. Tutte e tre le mostre saranno aperte fino al 12 Aprile, col consueto orario.


Seguirà poi, dal 23 Aprile al 4 Ottobre, una mostra curata da Hans Ulrich Obrist, direttore della Serpentine Gallery di Londra, sul giovane artista Ian Cheng, appassionato di tecnologia ed evoluzione umana. Poi, per l’autunno, un progetto di Adrián Villar Rojas.
Parallelamente un’area della Fondazione ospiterà il progetto di Francesco Bonami “Tuttovero” condiviso col Castello di Rivoli, la Fondazione Merz e la GAM, dal 25 Aprile all’autunno 2015.
Per festeggiare l’occasione aprirà anche uno spazio speciale in zona Rivoli, un grande capannone di oltre tremila metri quadrati per presentare alcuni dei pezzi più forti per dimensioni della Collezione, con opere soprattutto scultoree di Doug Aitken, Jon Kessler, Tobias Rehberger, Anish Kapoor, Damien Hirst  e tanti altri.
Concludiamo con un augurio di altri fantastici vent’anni di belle proposte.
#fsrr20

Nessun commento: