Translate

10/04/15

Abolito il cielo



Abolito il cielo. Un sovvertimento del senso comune, dell’usuale interpretazione della natura che costringe a guardare con occhi diversi il mondo conosciuto. È forse questo un passaggio necessario per giungere ad una consapevolezza del proprio equilibrio nell’universo, fatto di forze che si contrappongono e si dispongono a creare la realtà per come la attraversiamo nel quotidiano. 

Ignazio Mortellaro (Palermo, 1978) mutua un verso da Vita di Galileo di Bertolt Brecht per dare il titolo alla sua prima personale negli spazi di Bad New Business a Milano, per introdurre il visitatore in un sistema chiuso di elementi differenti che intendono fornire una rappresentazione empirica di forze in tensione perenne. Attraverso disegni, sculture, video e installazioni che mettono a confronto materiali diversi ed essenziali come vetro, marmo, acciaio, piombo, l’artista propone dunque una propria costellazione in perpetuo movimento, una sovrapposizione di dimensioni che da fisiche si fanno esistenziali.

Il percorso espositivo si articola tra lavori recenti e altri realizzati per l’occasione, tutti tesi a creare una geografia della mente, figlia della formazione scientifica dell’artista palermitano che mira a formalizzare una soluzione estetica che trae spunto dalla geografia di un’isola, utilizzata come traccia primitiva di una rappresentazione universale. 


mar-ven 10,00-13,00 / 15,00-19,00
info: info@fpac.it



Un sentito ringraziamento a Tasca d'Almerita e a Monte Alburchia 


info evento

artista: Ignazio Mortellaro
titolo: Abolito il cielo
a cura di: Andrea Ruggieri e Francesco Pantaleone
con un testo di:  Andrea Ruggieri 
luogo: Bad New Business Gallery  via M. Formentini 4/6 20121 Milano
Opening: Giovedì 2 Aprile 2015 dalle 18:30
durata: dal 3 Aprile al 1 Maggio 2015 
orari: dal lun al ven dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
conferenza stampa: No
catalogo: No
produzione: Francesco Pantaleone arte Contemporanea
ufficio stampa: New Business Promotion Milano

Nessun commento: