Translate

25/04/15

Forma Meravigli


Apre nel cuore di Milano, nell’anno dedicato ad Expo, un nuovo spazio polivalente dedicato alla fotografia e ai nuovi media. Voluto da Fondazione Forma per la Fotografia, in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano e la casa editrice Contrasto, Forma Meravigli intende diventare un luogo di creazione, di incontro e di proposta.
Il viaggio di Fondazione Forma parte 10 anni fa, nel 2005. Il suo percorso l’ha portata a diventare promotrice e sostenitrice della fotografia in Italia e all’estero, grazie all’organizzazione di mostre e convegni e a una attività didattica mirata all’avvicinamento del pubblico alla conoscenza e al perfezionamento della tecnica fotografica. Nell’ultimo anno, grazie al fondamentale contributo di Open Care e dei Frigoriferi Milanesi, ha potuto sviluppare la sua attività di ricerca e valorizzazione degli archivi fotografici dei grandi maestri, partendo da quelli di Gianni Berengo Gardin e Piergiorgio Branzi.

Nel novembre del 2014, grazie ad un bando pubblico indetto dalla Camera di Commercio di Milano, Fondazione Forma si aggiudica la gestione di uno spazio espositivo situato all’interno della storica Galleria Meravigli.

La centralità della fotografia, contaminata con altri linguaggi, è il filo conduttore del programma di attività di Forma Meravigli costellato da una serie di attività espositive, didattiche e di incontro, in una dimensione di progettualità continua e di dialogo.

Le sale di Forma Meravigli sono il luogo in cui nasceranno i progetti e le visioni del presente.

Si inaugura, con la mostra “Il racconto onesto”.

Letteratura e fotografia si interrogano da sempre intorno al ”da dove veniamo" per capire "chi siamo”, attraverso vicende in cui pubblico e privato si intersecano in modi diversi, a seconda delle scelte di ciascun autore ma pur sempre su eventi, soggetti e contraddizioni che fanno parte del nostro orizzonte quotidiano.
Nati da un’idea e da un quesito di Goffredo Fofi, la mostra intreccia le testimonianze di scrittori e il lavoro di fotografi italiani impegnati, appunto, a raccontare in modo onesto, vero e nuovo, il nostro presente.
I contributi degli scrittori, chiamati a spiegare come si possa oggi vivere e interpretare il nostro tempo, si alternano alle immagini dei fotografi, ugualmente impegnati a raccontare il nostro paese, in un rimando di voci, visioni e argomenti che compone un insieme vario e incredibilmente vero dell’Italia.
Una straordinaria collezione di contributi, testuali e visivi. Ma anche per Forma Meravigli, una dichiarazione d’intenti sul valore, la centralità della testimonianza, fotografica e non. E, insieme, sull’importanza di dare spazio e respiro a nuovi racconti e nuove visioni.
Una serie di incontri con gli autori in mostra accompagnerà tutto il periodo di esposizione. Si comincia il 7 maggio con Goffredo Fofi in dialogo con Walter Siti e Antonio Scurati. Il 21 maggio l’incontro è con Helena Janeck, Igiaba Scego e Silvia Ballestra, in compagnia di Alessandra Mauro. Il 28 maggio l’appuntamento è con la proiezione del documentario Il diario di Felix di Emiliano Mancuso. Il 4 giugno Stefano Valenti, Paolo di Stefano e Angelo Ferracuti conversano con Alessandro Leogrande. Tutti gli incontri sono alle 18.30 nella sala dedicata di Forma Meravigli.
La mostra è accompagnata dal libro omonimo edito per la collana “In parole” di Contrasto.

Forma Meravigli
Mercoledì, venerdì, sabato e domenica 11.00 – 23.00
Giovedì 12.00 – 23.00
Lunedì, martedì chiuso
Welcome pass valido fino al 6 settembre: 7,00 euro
Via Meravigli 5
20123 Milano
0258118067

Nessun commento: