Translate

30/12/15

Rolex e il progetto Mentor e Protégé, perchè la cultura non ha tempo

Dal 2002 il gruppo  Rolex ha avviato un programma filantropico per dare un contributo alla cultura globale.


L’iniziativa chiamata “Rolex Mentor e Protégé “ cerca i più talentuosi giovani artisti provenienti da tutto il mondo e li mette in contatto per un anno con maestri d'arte, attivando così una collaborazione creativa in un rapporto diretto fra esperienza e gioventù.


Negli ultimi dieci anni, la Rolex ha abbinato maestri/mentori e protetti/allievi in diverse discipline dalla danza alla letteratura e ovviamente anche alle arti visive; ambito in cui ha coinvolto gli artisti: David Hockney che ha seguito Matthias Weischer;  John Baldessari Alejandro CesarcoRebecca Horn e Masanori HandaWilliam Kentridge e Mateo LópezAnish Kapoor e Nicholas Hlobo. Quest’anno è toccato a Olafur Eliasson fare da mentore al giovane artista Sammy Baloji.


Tutto il materiale è raccolto in un interessantissimo sito (www.rolexmentorprotege.com ) che fa anche da diario delle diverse esperienze.

Per il prossimo anno il mentore per le arti visive sarà Joan Jonas, artista americana nota per le sue performance artistiche, a cui saranno proposti alcuni nominativi scelti da una vasta rosa che selezionerà l’artista che seguirà per alcune settimane per la realizzazione di un lavoro creativo.

Nessun commento: