Translate

03/12/16

La Tenda Verde piena d’arte, ma non solo


Un’ingresso tutto verde accoglie il visitatore al P.A.V. di Torino, si tratta di un tessuto molto simile a quello che Joseph Beuys usò per realizzare una tensio-struttura dove accoglieva una serie di eventi sull’ecologia, tema particolarmente caro all’artista tedesco.

Questo passaggio è l’ingresso alla ultima mostra del ciclo ideato da Marco Scotini sulle pratiche artistiche ecologiche degli anni settanta in Europa.

Un progetto ben articolato con alcuni interessanti spunti e riflessioni. Se le prime due tappe, “Earthrise - visioni pre-ecologiche nell’arte italiana”, nel 2015, e “EcologEast - Arte e natura al di à del Muro” nella primavera del 2016, hanno avuto uno sguardo più panoramico, in questa occasione l’attenzione si concentra su una figura sola, Joseph Beuys.

L’artista tedesco è sicuramente stata una delle figure più interessanti del secolo passato, sia per la prassi che per le influenze creative. La mostra indaga con un variegato materiale documentativo, questo percorso artistico guardando in particolar modo al suo impegno ambientale fortemente anticipatorio e significativo, che superava il gesto artistico per essere un coinvolgimento a tutto tondo, sconfinando anche nell’impegno politico attivo. 

Con questo progetto il Pav si conferma come uno dei centri culturali più stimolanti di Torino, che sa guardare al passate per aiutarci a capire il future.

La mostra durerà fino al 19 Marzo 2017.

PAV via Giordano Bruno 31, Torino










Nessun commento: