Translate

18/01/16

Immersioni temporali, l'arte dello spazio, due mostre da percepire all'Hangar Bicocca di Milano



L'Hangar Bicocca è, in questi giorni, un forte luogo di percezione con le due mostre in corso. 

Su un versante il buio algido di Philippe Parreno e sull'altro la luminosità calda di Petrit Halilaj

Petrit Halilaj

La notte e il giorno, i pensieri e la vita.

Spazi da vivere, percepire. Lasciandosi andare alle libertà emotive, che sono continuamente stimolate e suggestionate da questi due complessi interventi. 

Stranamente l'oscurità di Parreno sembra più aperta al futuro, mentre l'intenso lavoro di Halilaj è più rivolto al passato.

Poeticamente un percorso fra memorie e ipotesi, fra instabilità materiali e sicurezze digitali. 







Sempre visibile l'opera in permanenza dei  Sette Palazzi di Anselm Kiefer




Nessun commento: