Translate

Investire domani? gli affari dell’arte



L’arte sarà poesia ma spesso è sempre più un bell’affare, o almeno così si favoleggia nelle riviste, ma non solo.
Appena conclusasi la grande fiera di Basilea, considerata l’occasione più importante, non passano settimane che non esca un articolo sulle grandi potenzialità fra il sistema dell’arte e gli investimenti economici, sminuendo però la visione dell’ arte come piacere e bellezza, strane leggi della contemporaneità.
Fioriscono così appositi supplementi tematici, vedi i recenti report all’interno del “CorrierEconomia” che escono il lunedì col “Corriere della Sera”, o gli articoli settimanali sull’inserto Plus del Sole 24 ore del Sabato e che dire della quarta edizione di Business Meets Art che si è svolto a Udine?
Ovviamente poi non mancano i libri che ogni mese affrontano il tema dai più disperati punti di vista, da quello economico a quello del collezionista di turno.
Io rimango molto scettico e dubbioso, ma giochiamo a questo Monopoli della speculazione, vedremo poi se il gioco valeva la pena, speriamo almeno di essere stati affascinati dalla bellezza dell’arte.

Nessun commento: